martedì 19 agosto 2008

Vietato pensare

Scopro oggi che, a Trieste, se lasci l'auto parcheggiata con il finestrino aperto rischi una multa.
Mi direte: dalle altre parti non ti fanno la multa, te la fottono direttamente... ma questa cosa mi ha lasciato perplesso. Paese che vai, usanza che trovi, e recentemente i sindaci di diverse città si son dati da fare a inventarsi una serie di divieti improbabili e improponibili.
Come contromossa, ho deciso quindi di stilare un freddo elenco dei divieti più insoliti, anche per aiutarvi ad evitare spiacevoli sanzioni. Ma soprattutto per meditare sulla follia del sindaco medio.

Trieste:
- Vietato lasciare l'auto in sosta con finestini aperti (per fortuna non ho l'auto)
- Vietato introdurre bici nei giardini pubblici di Via Giulia (per fortuna non ho la bici)
- Vietato l'accesso ai cani agli stessi giardini pubbblici (per fortuna non ho cani)
- Vietato bere, acquistare e vendere birra e altri alcolici nei dintorni dello stadio in occasione delle partite di calcio.

Genova:
- Vietato circolare per strada con bottiglie di birra e/o alcolici in certe zone alla sera. Mi devo ricordare di procurarmi una mappa e contrassegnare i vicoli si e quelli no.
- Vietato l'accesso alla sopraelevata, per i soli motocicli, dalle 22 alle 6.

Novara:
- Vietato incontrare più di un amico al parco la sera. Con le zanzare che girano da quelle parti, non mi preoccuperei troppo.

Verona:
- Vietata la sosta per contrattare con le meretrici. Tirare sul prezzo può costare caro...
- Vietato fumare nei parchi giochi pubblici.

Trento:
- Vietato fotografare in piscina.

Eraclea:
- Vietato fare i castelli di sabbia sulla spiaggia. Invece di perder tempo con stupidi giochini, dedicatevi a costruire qualche cosa in cemento e mattoni, che tanto poi condoniamo tutto.

Viareggio:
- Vietato appoggiare i piedi sulle panchine sulla passeggiata del lungomare a qualsiasi ora del giorno.

Voghera:
- Vietato sedersi sulle panchine dopo le 23. Non è dato sapere se il divieto è esteso anche a paracarri e muretti.

Positano e Capri:
- Vietato camminare con gli zoccoli. Anche qui, non si specifica se sono ammessi quelli in gomma, e se si, fino quale numerazione.

Su tutto il territorio nazionale:
Vietato sparare cazzate e imporre divieti palesemente ridicoli.

Avete capito che scherzavo, no? L'ultimo divieto è finto.
Gli altri invece, sono tutti veri.

2 commenti:

Antaress ha detto...

Aggiungo: Pavia, vietato bere alcolici fuori dai locali pubblici dopo le 22. Non so se mi spiego, Pavia=città universitaria....il coprofuoco a quando?

misterpinna ha detto...

per il coprofuoco, basta incendiare una deieizione solida di un cane che ha mangiato pesante :-)
Per il coprifuoco, molto presto... tanto sarà per la nostra sicurezza.